Il Salone del Dolce

Ideato con l’obiettivo di valorizzare e promuovere le ricca e variegata produzione dolciaria calabrese, troverà dunque in questa prima edizione l’occasione per dare visibilità a tutte le tipicità della nostra regione. Quello che si sta organizzando sarà dunque un appuntamento di grande respiro che potrebbe contare sulla preziosa collaborazione delle Province e delle Camere di Commercio di tutte le realtà provinciali.

Attraverso azioni di marketing e comunicazione strategicamente analizzate ci si prefigge di:

- Sensibilizzare ed accrescere la consapevolezza dell’opinione pubblica in merito alla capacità di attrazione, e quindi di valorizzazione turistica, che manifestazioni di questo respiro possono esercitare

- Fare di —— un’occasione di promozione del territorio

- Garantire la notorietà dell’evento a livello regionale

Per raggiungere questi risultati verranno messe in atto una serie di azioni che vanno dalla articolazione degli spazi espositivi, alle manifestazioni collaterali, allo sviluppo di una campagna di comunicazione e di pubblicità almeno interregionale.

L’evento

 

Una bomboniera-mostra con 30/50 espositori che si  snoda in un percorso all’interno di tensostruttura  oppure di altra location al chiuso di circa 1200/1500 mq.

Il prodotto dolciario verrà declinato in tutte le sue varianti ed analizzato in tutte le sue ‘relazioni’ culinarie

  • Alimentari e quotidiane: la colazione del mattino. Il rito delle cinque, lo snak, il raffinato dessert, il peccato di gola…
  • Materie prime e accostamenti: zucchero, cacao, uova, latte, farina, liquori, bevande.
  • La tendenza moderna: il gusto a zero grassi

Faranno parte integrante della mostra la valorizzazione della qualità dei prodotti dolciari calabresi insieme con:

  • gli spunti culturali e artistici legati al concetto di ‘dolcezza’
  • il valore storico culturale legato alla tradizione dolciaria calabrese sia artigianale che industriale

L’evento prevede inoltre momenti di incontro finalizzati a sostenere e promuovere l’attività produttiva:

  • scoperta dei territori e delle peculiarità della produzione calabrese e italiana in genere
  • laboratori e lezioni di cucina in cui assistere alle dimostrazioni dei cuochi