Laboratori di Accoglienza

Laboratori d’Accoglienza, un progetto per un turismo di qualità.

 

Il turismo: un prodotto ad altissima componente umana

Il prodotto turistico ha una forte componente “umana” di servizio, ospitalità, cortesia, cultura.

E’ in sostanza un “prodotto catena”, composto di due grandi famiglie di elementi: l’ambiente d’accoglienza e l’atmosfera di accoglienza.

Nella prima famiglia troviamo il paesaggio, i monumenti, le strutture turistiche, i servizi, le attrezzature; nel secondo la coscienza turistica, l’ospitalità, l’informazione, l’animazione…

E’ la coscienza turistica diffusa a caratterizzare la qualità del “quadro di accoglienza“: gli spazi pubblici, la fioritura, la pulizia, la segnaletica, il verde e le attrezzature.

 

Parlare di qualità del prodotto turistico significa quindi parlare di qualità dell’accoglienza.  Inoltre, oggi non si vende l’albergo ma la località, la regione, il Paese. Oggi è dunque sull’accoglienza che bisogna lavorare: sulla parte immateriale e umana del prodotto turistico.

Una località ricca di patrimonio naturale e storico ma scarsa d’ospitalità e d’accoglienza non è in grado di competere con località magari meno povere di attrazioni ma accoglienti. Il concetto di “prodotto catena” comporta dunque che non è sufficiente avere molti anelli forti: la presenza di un anello debole può compromettere la qualità del prodotto.

E’ dunque fondamentale fare del marketing verso “l’interno”, attuare una strategia di comunicazione verso l’interno, volta a valorizzare e a far conoscere agli stessi abitanti il patrimonio di cui è custode e gestore.

 

 

SCARICA DOCUMENTO COMPLETO